E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.76 del 29 settembre 2020 il Diario delle prove scritte della procedura straordinaria, per titoli ed esami, per l'immissione in ruolo di personale docente della scuola secondaria di primo e secondo grado su posto comune e di sostegno. 

Le prove verranno effettuate da giovedì 22 ottobre al 16 novembre 2020.La prova scritta e' distinta per classe di concorso e per tipologia di posto. La durata e' pari a 150 minuti , fermi restando gli eventuali tempi aggiuntivi di cui all'art.20 della legge 5 febbraio 1992,n 104

Ai vincitori della procedura concorsuale straordinaria immessi in ruolo nell’anno scolastico 2021/2022 - che rientrano nella quota dei posti destinati alla procedura per l’anno scolastico 2020/2021 - sarà riconosciuta la decorrenza giuridica del rapporto di lavoro dal 1° settembre 2020

Si riporta il link al calendario e il link al numero delle Istanze di partecipazione al concorso inoltrate (dal sito del MI).

 

 

 

Dopo il rifiuto di organizzare un concorso docenti per titoli e prove finali di accertamento delle competenze e dopo il sostanziale fallimento della procedura per la costituzione delle graduatorie provinciali per il sostegno, zeppe di errori e incongruenze , il Ministro ha annunciato alla stampa, prima della doverosa informazione alle organizzazioni sindacali, l’avvio a partire dal 22 ottobre della procedura concorsuale straordinario per i docenti .

Riteniamo che in un momento in cui abbiamo una crescita costante dei contagi e quindi un notevole incremento del rischio di contagio per i candidati, sia privo di buon senso avviare le prove del concorso straordinario. Tra l’altro la procedura non considera il rischio più che probabile di un elevato numero di candidati potenzialmente soggetti a misure di profilassi e di quarantena. Infatti la procedura non prevede prove suppletive. A ciò si aggiunga il trattamento economico riservato ai commissari, fermo ancora a livelli ridicoli, per capire che l’amministrazione non ha alcuna intenzione di valorizzare veramente la scuola. Il ministero intende solo coprire il fallimento della ripresa della scuola con decine di migliaia di posti e cattedre vacanti.

Lo Snals chiede l’immediato avvio di una procedura straordinaria per titoli e prive finali di verifica dopo un percorso formativo serio in collaborazione con le università. Solo in tal modo si potranno dare risposte certe alle sofferenze organiche della scuola, valorizzando l’esperienza di migliaia di precari che da anni consentono il funzionamento delle nostre sistema di istruzione.

Roma, 28 sett. 2020 

Il Segretario Generale

(Elvira Serafini)

A seguito della pubblicazione delle graduatorie provinciali e di istituto personale docenti 2020/21 (GPS) si comunica a tutti gli interessati che le convocazioni dovrebbero avvenire tra il 7 e il 14 settembre.

La modalita' di convocazione sara' per via telematica, attraverso la registrazione dei candidati alla piattaforma " SIGECO " . La convocazione avverra' tramite avviso pubblicato sul sito dell' ambito territoriale di Modena ( usp Modena) e' avra' valore di convocazione a tutti gli effetti.

Numerosi sono gli errori che si stanno riscontrando nelle graduatorie provinciali per le supplenze (GPS)  fino ad ora pubblicate.

Sull'argomento il Segretario Generale dello Snals-Confsal ha emanato il seguente comunicato.

 

Gps, Serafini (Snals-Confsal): "Cronaca di un disastro annunciato"

“Avevamo detto che le procedure per le GPS erano piene di criticità e che erano necessari più cura e più tempo, ma siamo stati accusati di sabotare l'avvio dell'anno scolastico". Elvira Serafini, Segretario generale dello Snals-Confsal, commenta così le notizie allarmanti che provengono dai dati pubblicati dalle prime province.

Dati sconcertanti: docenti giovanissimi a cui sono riconosciuti titoli tali da dover possedere almeno un paio di lauree e tre dottorati.

"Le graduatorie presentano errori inaccettabili, con docenti a cui è riconosciuto il servizio prestato sul sostegno senza averlo mai fatto o con servizi riconosciuti su discipline mai insegnate. È la cronaca di un disastro annunciato".

"Non è possibile sacrificare, in nome di un efficientismo di facciata, diritti del personale e qualità della scuola - prosegue Serafini. Perché sia chiaro che questa confusione aprirà la strada a valanghe di ricorsi e comprometterà sia l'avvio che il prosieguo dell'anno scolastico.

Problemi complessi richiedono soluzioni accurate, è bene che il MIUR  se lo ricordi".

Il Segretario Generale

(Elvira Serafini)

Si ricorda che il Ministero dell’Istruzione ha previsto subito la pubblicazione delle graduatorie definitive senza passare prima delle graduatorie provvisorie e permettere così la presentazione di reclami. Essendo le graduatorie definitive avverso alle stesse è ammesso soltanto ricorso al TAR entro 60 giorni o al Presidente della Repubblica entro 120 giorni. 

Tuttavia, poiché per espressa previsione “l’Amministrazione si riserva ai sensi della L.241/90 la possibilità di attivare i provvedimenti in autotutela che si dovessero rendere necessari” lo Snals Confas ha preparato un fac simile di reclamo in autotutela che gli interessati potranno presentare all'UST per segnalare gli errori riscontrati.

L 'ufficio scolastico regionale Emilia Romagna comunica che le procedure delle nomine in ruolo per l' a. s. 2020 /21 verranno effettuate entro il corrente mese di Agosto, tramite una procedura informatizzata in più fasi, messa a disposizione sul sito di  Polis Istanze on line del MIUR.

Si consiglia di monitorare costantemente il sito web istituzionale dell' USR Emilia Romagna, sul quale saranno pubblicati  appositi avvisi rivolti ai candidati interessati, relativi a tempistiche e modalità di presentazione delle domande.